Facebook Casalantico   english english
homeappartamentidove siamogalleria imgaginiitinerariprezzirecensionicontatti
MOUNTAIN BIKE
Possibilità di affittare durante il vostro soggiorno a Casalantico le favolose MTB a pedalata assistita, da non confondere con quelle elettriche.
Le nostre biciclette permettono di affrontare qualsiasi tipo di percorso nella maniera divertente e sicura, adatte anche ai meno allenati.

Prezzo per una giornata: 25€ (casco, pompa e kit foraggio inclusi)
Prezzo per mezza giornata: 15€ (casco, pompa e kit foraggio inclusi)

Richiedi Maggiori Informazioni!


SUP
La disciplina del momento: Stand Up Paddle, è molto facile da apprendere, adatta ad ogni età.
Possibilità di noleggiare la tavola, Si organizzano corsi!
La rocca di Mondavio, risalente probabilmente 1482-1492, fu commissionata da Giovanni della Rovere, insieme ad altre rocche del ducato, all'architetto Francesco di Giorgio Martini. Non avendo mai subito attacchi è ancora in ottimo stato. Il mastio ad otto facce domina la maestosa fortezza e si collega ad un camminamento, protetto da un torrioncino, che porta ad una massiccia torre semi-circolare, unita con un ponte al rivellino d'ingresso. Il progetto originale prevedeva verso ovest un ulteriore torrione rotondeggiante che non fu mai realizzato. Le sale interne conservano ancora, per la maggior parte, la pianta originale e sono attualmente utilizzati come spazi espositivi e museali, tra cui un'importante armeria.
Corinaldo, già da tempo inserito nell'elitario club "I borghi più belli d'Italia, è stato ufficialmente denominato il borgo più bello d'Italia in una conferenza tenutasi in Abruzzo nel 2007 dai sindaci dei circa 200 comuni iscritti al club. Popolarmente si crede che il nome Corinaldo derivi da "Corri in alto", ipotetica esclamazione che i cittadini romani superstiti dell'antica città romana di Suasa avrebbero pronunciato al momento di abbandonare la città romana distrutta, che si trova a fondovalle, per salire in una delle vicine colline, militarmente più difendibili, su cui poi avrebbero edificato il paese di Corinaldo. Altra ipotesi diffusa, ma tutta da dimostrare, è che il nome derivi da "Cor in alto". Il noto pozzo che si trova a metà della scalinata di 109 gradini nel centro del borgo è detto "Pozzo della Polenta" in ricordo di una leggenda.
La Rocca di Senigallia - conosciuta anche come Rocca roveresca, dal nome dei committenti, i Della Rovere - si trova nelle Marche, a Senigallia, comune in provincia di Ancona. È un esempio di costruzione a scopo militare del Rinascimento. Costruita da Baccio Pontelli con l'influenza di Luciano Laurana nel 1480, la Rocca è situata in un luogo di considerevole importanza strategica. È a pianta quadrata, con quattro torrioni di aspetto imponente. In essa possono individuarsi almeno 4 fasi costruttive che si svolsero nell'arco di quasi due millenni, seppure la sua configurazione tardo quattrocentesca sia attualmente la prevalente.
Dal 1998 il centro storico di Urbino è patrimonio dell'umanità UNESCO. Sede di una delle più antiche (fondata nel 1506) ed importanti università d'Europa, l'Università degli studi di Urbino "Carlo Bo". Il piccolo centro ospita su tutti il famoso famoso Palazzo Ducale, uno dei più interessanti esempi architettonici ed artistici dell'intero Rinascimento italiano e la casa natale di Raffaello.
Il Monte Catria è una montagna alta 1702 m s.l.m. nei comuni di Cagli, Cantiano, Frontone e Serra Sant'Abbondio, in provincia di Pesaro e Urbino e nel comune di Scheggia e Pascelupo, in provincia di Perugia. Il Gruppo del Monte Catria comprende inoltre altre cime minori: il Monte Acuto (mt. 1668), il Monte Corno (1412 m), il Monte Tenetra (1240 m), il Monte Alto (1321 m) e il Monte Morcia (1223 m). L' altimetria segna dunque le quote più elevate di questa parte centrale dell'Appennino umbro-marchigiano; le vette del Monte Catria e del Monte Acuto sono peraltro le più alte nel tratto appenninico compreso tra la catena dei Monti Sibillini a sud e l' alto Appennino modenese con il Corno alle Scale (1945 m), a nord. Fa parte delle comunità montane del Catria e Nerone e del Catria e Cesano.
Al momento il complesso delle Grotte di Frasassi conta una lunghezza di oltre 13 km. Oltre all'Abisso Ancona, sono note la "Sala 200", così chiamata perché è un corridoio di 200 m, la "Sala delle Candeline" per le numerose stalagmiti cilindriche di piccole dimensioni, la "Sala Bianca" il cui colore è dovuto a strati di calcite pura, la "Sala dell'Orsa" per il masso che grazie all'erosione millenaria dell'acqua ha assunto le sembianze di un'orsa e la "Sala dell'Infinito", così chiamata perché ha una forma irregolarmente circolare e durante le prime esplorazioni gli speleologi persero l'orientamento e si ritrovarono a girare intorno alla sala diverse volte prima di trovare un'uscita, come se fossero in un percorso infinito.
Castelleone di Suasa è oggetto di regolari campagne di scavo sin dal 1987 da parte del dipartimento di archeologia dell'Università di Bologna. Al momento sono state riportate alla luce o scoperte numerose strutture pubbliche e private: l'anfiteatro, il teatro, la domus dei Coiedii, un'adiacente domus tardorepubblicana, il foro, il cardine massimo, le necropoli.
La bellissima Spiaggia delle Due Sorelle di Sirolo è veramente un luogo incantevole e non a caso l’abbiamo inserita nel marchio di Sirolo a simbolo della nostra città. Questo angolo di paradiso è raggiungibile in barca, nel periodo estivo, con partenza dal porto di Numana. Non intaccata dall’uomo, è famosa soprattutto per i suoi bianchi scogli e presenta un aspetto davvero incontaminato e selvaggio, dove la natura la fa da padrona ed è la protagonista assoluta. La Spiaggia delle Due Sorelle di Sirolo è davvero l’ideale per tutti coloro che amano le immersioni subacquee, visto che il mare è bello, limpido, calmo, con fondali digradanti. Nel periodo estivo, è stato introdotto appositamente ormai da qualche anno, un servizio di navetta, permettendo così a tutti i turisti di visitare questo posto da favola e anche molti hotel della zona organizzano gruppi appositi.